Le Iene Show: aiutiamo Clorinda a tornare libera. Nina Palmieri del 6 marzo 2016

0

Le Iene ClorindaIeri sera, domenica 6 marzo 2016, a Le Iene Show Giovanna Nina Palmieri ha riproposto la storia di Clorinda, una donna che ha subito minacce e violenze dalla persona che amava. Da un anno la vita di Clorinda è cambiata

LE IENE SHOW 2016Ieri sera, domenica 6 marzo 2016, Giovanna Nina Palmieri ha riproposto la storia di Clorinda, una donna che ha subito minacce e violenze dalla persona che amava. CLICCA QUI per vedere il servizio su Video Mediaset.

Nel corso del servizio, mentre Nina Palmieri parla con Clorinda, Cosimo, l’aguzzino che l’ha picchiata e l’ha minacciata, fa due telefonate. In queste due occasioni si sentono gli insulti rivolti alla donna (se siete particolarmente sensibili, vi consigliamo di saltare questa parte, perché sono molto pesanti).

Le Iene Show: cos’è successo ad un anno di distanza

Durante l’intervista, l’ex compagno la chiama 48 volte e le lascia anche dei messaggi molto volgari, come ad esempio “Fatti curare il sedere in ospedale perché un giorno ti metterò una bottiglia nel sedere”, seguiti subito da momenti di lucidità e in cui l’uomo si scusa a più riprese.

Clorinda ha già sporto denuncia per due volte ed è stata anche in ospedale per un’operazione, dopo che Cosimo le ha sfondato il timpano con un ceffone. Infine Nina Palmieri affronta a muso duro il carnefice della donna.

Tutto questo è successo un anno fa. Ora Clorinda è di nuovo libera e la sua vita è cambiata totalmente: ha un contratto a tempo indeterminato con una ditta pugliese come donna delle pulizie. I suoi datori di lavoro le hanno anche messo a disposizione una casa dove vive con i figli. Mary, la più grande , è tornata a studiare, ma non è finita: Clorinda ha anche un nuovo compagno. Anche la vita di Cosimo, il suo ex compagno, è cambiata: nel marzo del 2015, due settimane dopo questo servizio, è finito agli arresti domiciliari. Dopo qualche mese è tornato in libertà, ma ha smesso di perseguitare Clorinda. Per lui persiste il divieto di avvicinamento alla madre di suo figlio.

LASCIA UN COMMENTO