I Medici anticipazioni: seconda puntata, arriva la peste a Firenze

0

i-medici-seconda-puntata

Dopo la prima visione record, che ha registrato un boom di ascolti in Italia e nel mondo, I Medici torneranno stasera su Rai 1 alle 21.25 con la seconda puntata. Per scampare alla peste, i Medici si rifugiano in campagna, mentre Marco rimane a Firenze. Intanto Albizzi riesce a fomentare la popolazione contro Cosimo e il suo progetto, accusandolo di essere un usuraio

FICTION-Dopo la prima record di martedì 18 ottobre 2016, che ha registrato un boom di ascolti in Italia (30% di share) e nel mondo, I Medici torneranno stasera su Rai 1 alle 21.25, subito dopo Affari tuoi, con la seconda puntata.

GUARDA LA PRIMA PUNTATA DE I MEDICI-18 OTTOBRE 2016

I due nuovi episodi, intitolati “La peste” e “Il giudizio”, saranno molto drammatici: Cosimo de Medici, accusato di usura da parte del suo rivale Albizzi, viene imprigionato e condannato a morte, ma grazie all’aiuto del figlio Piero, del fratello Lorenzo e dell’amico Francesco Sforza eviterà la pena capitale.

I Medici anticipazioni: la peste arriva a Firenze

La scorsa settimana, il secondo episodio “La cupola e la dimora” si è concluso con la scoperta di un operaio morto a causa della peste. Per scampare al terribile morbo, i Medici si rifugiano in campagna, mentre Marco decide di rimanere a Firenze per indagare su una famiglia che potrebbe essere collegata alla morte di Giovanni Bicci de Medici, i Corona.

Intanto Albizzi, ancora pieno di rancore per come è stata risolta la guerra contro Milano, riesce a fomentare il popolo contro Cosimo de Medici e il suo progetto della cupola, accusandolo di essere un usuraio. Quando Cosimo lo scopre, decide di far ritorno a Firenze, anche se la madre Piccarda, colpita dalla peste, sta per morire. Una volta in città, Cosimo organizza un ospedale in una cattedrale abbandonata, mentre Albizzi crea un piano per farlo arrestare.

I Medici anticipazioni: Cosimo de Medici condannato alla pena capitale

Nel secondo episodio, intitolato “Il giudizio”, Cosimo de Medici viene arrestato e inizia il suo processo. Albizzi lo accusa di voler diventare il dittatore di Firenze e di prendere il posto della Signoria. Nel frattempo a Palazzo, la famiglia discute sul da farsi e Lorenzo de Medici suggerisce di fare uso della forza.

Cosimo de Medici chiede alla Contessina di corrompere un membro della Signoria per comprare i voti a suo favore, mentre Piero cerca la prova per scagionare il padre. Tuttavia la situazione peggiora quando Albizzi inizia ad avvelenare Cosimo attraverso il cibo che gli passa il carceriere.

Poco dopo Lorenzo de Medici si presenta sotto le mura della città con un esercito al seguito, pronto al fianco di Francesco Sforza a fare fuoco su Firenze se Cosimo non verrà liberato.

 

 

LASCIA UN COMMENTO