Marco Giallini, dalle indagini in montagna ai casi disperati

0

marco-giallini-tutta-colpa-di-freud

Marco Giallini, l’attore che dà il volto al Vicequestore più ribelle della tv, in “Tutta colpa di Freud” si troverà alle prese con una lunga serie di casi disperati. Riuscirà a venirne a capo oppure rimarrà ingarbugliato nella matassa?

FILMMarco Giallini, dopo averlo visto nelle prime due puntate di Rocco Schiavone, sembra essere abituato ad avere a che fare con morti, indagini e piste impossibili, ma come se la caverà con i nuovi “casi” su cui si troverà ad indagare stasera su Canale 5?

L’attore, che dà il volto al Vicequestore più ribelle e indomabile che si sia mai visto in tv, sarà protagonista dalle 21.10 di Tutta colpa di Freud, una commedia all’italiana diretta da Paolo Genovese e nella quale vedremo anche Vittoria Puccini, protagonista di serie tv come Elisa di Rivombrosa.

Marco Giallini alle prese con tre casi disperati e Freud

Nel film Marco Giallini interpreta il povero Francesco, uno psicanalista alle prese con una libraia innamorata di un ladro di libri, una ragazza gay che decide di diventare etero e una diciottenne che perde la testa per un cinquantenne.

Ad essere il più bisognoso di essere psicoanalizzato è però lui, che non solo è single e separato, ma è pure il padre dei tre casi disperati! Riuscirà a venire a capo di questa matassa oppure ci rimarrà ingarbugliato?

LASCIA UN COMMENTO