Francesco, il Papa della gente, la mini serie evento su Canale 5!

0

francesco-il-papa-della-gente

Mercoledì 7 e giovedì 8 dicembre 2016, su Canale 5, sarà trasmessa alle 21.10 “Francesco, il Papa della gente”, la prima mini serie tv che racconta la vita di Papa Francesco dalla giovinezza a Buenos Aires fino al soglio ponteficio. Un evento televisivo da non perdere

CANALE 5-Dopo settimane di attesa, mercoledì 7 dicembre e giovedì 8 dicembre 2016, su Canale 5, sarà trasmessa alle 21.10 Francesco, il Papa della gente, la prima mini serie tv che racconta la vita di Papa Francesco e ne ripercorre il cammino, dalla giovinezza a Buenos Aires agli anni terribili della dittatura, fino ad arrivare al soglio pontificio di San Pietro.

La fiction, voluta fortemente da Pietro Valsecchi, si ispira all’omonimo film, Chiamatemi Francesco, uscito nel 2015, ma a differenza di quest’ultimo è molto più lunga e racconta in modo dettagliato il cammino del Pontefice che ha emozionato subito i credenti e i non credenti.

Il regista che si occupato delle riprese, Daniele Luchetti, ha intrapreso un cammino umano e spirituale, lungo mezzo secolo, per raccontare la figura di Bergoglio, ma badando a non farlo diventare un santino.

Francesco, per la fiction sono stati scelti due attori

Per interpretare Papa Francesco, il produttore ha deciso di affidarsi a due attori, visto l’arco di tempo molto lungo: ad uno più giovane, Rodrigo de la Serna, e ad uno più maturo, Sergio Hernandez, entrambi sudamericani, che hanno condiviso l’emozione per questa esperienza, ma anche la grande responsabilità.

Il perché è presto spiegato: Francesco, il Papa della gente è infatti il primo progetto tv dedicato alla vita di Bergoglio, e proprio per questo è già stato richiesto da più di 40 gruppi televisivi stranieri.

Un successo già di per sé clamoroso, se pensiamo che la mini serie tv sarà mandata in onda solo domani. E a proposito della figura di Sua Santità, Hernandez ha raccontato anche un aneddoto molto divertente sul dietro le quinte delle riprese “L’ho studiato e ho provato a prendere i suoi ritmi, perché io sono abituato a muovermi sempre, anche quando parlo. Grazie a questo impegno, ho acquistato una calma che prima non conoscevo.”

loading...

LASCIA UN COMMENTO