Il Collegio, ecco tutti i segreti del nuovo reality di Rai 2

0

il-collegio

Oggi lunedì 2 gennaio 2017, su Rai 2, si apriranno le porte de Il Collegio, il nuovo docu-reality che sarà trasmesso alle 21.20. Ecco tutti i segreti del nuovo format di Magnolia e quello che dovremo aspettarci

RAI 2Lunedì 2 gennaio 2017, su Rai 2, si apriranno per la prima volta le porte de Il Collegio, il nuovo docu-reality che sarà trasmesso alle 21.20 e che comprenderà quattro puntate settimanali.

Creato da Magnolia, la stessa società televisiva che produce L’Isola dei Famosi 2017, Bake Off Italia e L’Eredità, Il Collegio è ispirato al docu-reality inglese That’ll Team Them, in cui un gruppo di ragazzi tra i 14 e i 17 anni, insofferenti alle regole e con qualche vizio di troppo, vengono rimandati indietro fino agli anni Cinquanta in cui vigono regole ferree e una disciplina militare.

Il Collegio, la versione italiana sarà ambientata negli anni Sessanta, ma i metodi saranno gli stessi

La versione italiana sarà ambientata negli anni Sessanta, ma gli ingredienti saranno gli stessi dell’edizione originale in lingua inglese: separazione netta tra maschi e femmine, codice d’abbigliamento molto rigido, docenti inflessibili ed esperienze pratiche al limite del disgustoso (se ne avete lo stomaco, guardate nel video sotto cosa hanno dovuto affrontare gli studenti inglesi).

Per quanto riguarda invece qualche curiosità sul luogo, i diciotto ragazzi italiani saranno rinchiusi tra le mura del Collegio Convitto di Celana a Caprino Bergamasco, intitolato a Roncalli e in cui ha studiato anche il futuro Papa, chiuso nel 2014. Per l’occasione ci saranno anche le ragazze, anche se in questa struttura storica hanno studiato solo ed esclusivamente ragazzi (il nome completo sarebbe Collegio Convitto Maschile Celana).

L’idea del reality era già stata avanzata a giugno 2016, ma solo negli ultimi mesi si è riusciti a mettere qualcosa in porto, in quanto il Consiglio d’Amministrazione del collegio aveva tirato sul prezzo. La Magnolia aveva offerto infatti 10mila euro, mentre il CdA del Celana ne avrebbe voluti 15mila più le varie garanzie di tipo assicurativo per coprire parte dei debiti.

Prima che approdasse il nuovo programma firmato da Magnolia, la struttura è stata al centro anche di un’altra polemica riguardante i richiedenti d’asilo: nella primavera del 2015 era stata avanzata la proposta di ristrutturare il collegio per farvi un centro di accoglienza, ma servivano 150mila euro. L’idea, bocciata dal curatore del Celana, non si tradusse mai nei fatti, tanto che alla fine arrivarono solo 24 profughi e rimasero lì solo 9 mesi.

loading...

LASCIA UN COMMENTO