Sorelle: Chiara accetta di prendere la difesa di Roberto

0

sorelle 3

La seconda puntata di Sorelle si è conclusa da poco, ma la Rai ha già rivelato le anticipazioni della terza puntata: Chiara, tornata da Roma, accetta di difendere Roberto, accusato di aver ucciso Elena. Intanto emergono altri indizi inquietanti sull’assassino…

RAI 1-La seconda puntata di Sorelle si è chiusa con un colpo di scena: Roberto ha raccontato non solo una bugia a Chiara, ma anche alla polizia. A rivelarlo è stato lui stesso mentre si trovava con lei nell’atelier di Elena. Poco tempo dopo la sua confessione, Silvia, insieme all’uomo che sta indagando sul caso, ha fatto la stessa scoperta dopo aver visionato il percorso fatto dalla macchina di Roberto la notte in cui Elena è stata assassinata.

Il tragitto è stato infatti ripreso da una telecamera. Roberto, messo con le spalle al muro, ha dichiarato davanti a Silvia di non aver detto la verità non perché voleva nascondere qualcosa, ma perché aveva paura. È davvero lui il colpevole?

Sorelle: Chiara accetta di difendere Roberto, l’assassino di Elena non è un semplice ex

Chiara, al contrario di quello che sostengono le forze dell’ordine e Silvia, crede che Roberto sia innocente e accetta di difenderlo, promettendo anche ai suoi nipoti Stella, Marco e Giulio, con i quali è riuscita nel frattempo ad instaurare un rapporto amichevole, di fare tutto il possibile per tirare fuori il padre dai guai.

SORELLE: RIVEDI QUI LA SECONDA PUNTATA (VIDEO)

Intanto proseguono le indagini sull’omicidio di Elena e Silvia fa una rivelazione scioccante a Chiara: la persona che ha ucciso la sorella non è un semplice “ex fidanzato” reso folle dalla gelosia, ma qualcuno dalla personalità disturbata e che potrebbe tornare a colpire.

C’è anche un ultimo nodo da sciogliere: perché Elena, prima di morire, ha distrutto tutte le sue statuine di ceramica? Lo scopriremo giovedì 23 marzo 2017 durante la terza puntata di Sorelle.

 

LASCIA UN COMMENTO