Le Iene Show: Money Slave, la nuova moda americana che è arrivata anche in Italia di Cizco VIDEO

0

L’America colpisce ancora e, come rivelato da Cizco a Le Iene Show, sdogana in Italia una nuova moda: quella dei Money Slave, degli uomini sottomessi che vengono trattati dalle loro padrone come dei bancomat. Con effetti a dir poco devastanti sul bilancio famigliare…

LE IENE SHOW-Pensavamo di averle viste ormai tutte per quanto riguarda il mondo del BDSM e delle perversioni strane (ve lo ricordate il caso di Tobi il Leccapiedi?), ma dopo aver visto il servizio di Cizco andato in onda ieri sera a Le Iene Show ci siamo dovuti ricredere.

Dopo essere nato negli Stati Uniti, anche in Italia è arrivato il fenomeno dei Money Slave: uomini sottomessi che, senza pretendere in cambio né sesso né altre soddisfazioni fisiche, arrivano a spendere cifre astronomiche per soddisfare i capricci delle loro padrone.

GUARDA ANCHE: LE IENE SHOW, LA DROGA CHE TI MANGIA LE GAMBE DI VALERIA CASTELLANO (VIDEO MEDIASET)

Le Iene Show: i Money Slave, un mondo ancora poco conosciuto, ma che in Italia sta già provocando effetti devastanti

Questo mondo in sé è ancora poco conosciuto, ma come rivelato dall’inviato, non è la solita bufala perché sul web si possono incontrare diversi annunci di aspiranti Money Slave che cercano una padrona da servire.

Cizco, oltre ad incontrare Roxana, una mistress romana che attualmente ha tre schiavi e che l’hanno cercata su Facebook e su Instagram, ha approcciato sotto mentite spoglie anche uno di questi Money Slave, che in appena sei ore ha fatto fuori quasi 220 euro.

GUARDA QUI IL SERVIZIO COMPLETO: LE IENE SHOW: MONEY SLAVE-L’UOMO BANCOMAT DI CIZCO (VIDEO MEDIASET)

La cosa raccapricciante è che non si tratta di persone facoltose e ricche, ma di uomini che pur di sentirsi utili in “qualche modo” (e questo nonostante svolgano lavori molto umili) arrivano a togliere i soldi alla loro famiglia e a costringere tutti ad una vita di stenti pur di soddisfare le richieste di una donna che vive nel lusso grazie a loro.

LASCIA UN COMMENTO