Le Iene: il business dei siti di incontri online di Matteo Viviani VIDEO

0

le-iene-business-siti-incontri-online-matteo-viviani-video

Matteo Viviani, nella nuova puntata de Le Iene andata in onda martedì 26 febbraio 2019 su Italia 1, ha intervistato un operatore che, senza mezzi termini, ha rivelato come funzionano davvero alcuni siti di incontri online, interessati non tanto a far incontrare le anime gemelle, quanto a spillare più soldi e informazioni possibili ai single

LE IENE-L’amore ai tempi di Internet è davvero bello, questo lo sappiamo tutti, se non che alcuni siti di incontri online, invece di far incontrare le anime gemelle, ne approfittano per spillare quanti più soldi e informazioni possibili ai single che cadono nella loro trappola.

Solo che non tutti conoscono la verità, a meno che un operatore, dopo essersi messo il cuore in pace, non faccia avanti per raccontare quello che succede davvero nel dietro le quinte.

E Matteo Viviani, nella nuova puntata de Le Iene andata in onda martedì 26 febbraio 2019, ne ha incontrato uno: questa persona, che per ovvi motivi ha nascosto la sua identità dietro una maschera, ha rivelato come funziona il business dei siti di incontri online a pagamento.

Le Iene: siti di incontri online, la verità nascosta

Alcuni siti di incontri online, come il classico Badoo, permettono di entrare gratuitamente (o dietro il pagamento di un mini abbonamento) in contatto con gli altri membri della chat, che sono riconoscibili da foto reali presenti sui loro profili.

In questo caso non occorre spendere soldi per i messaggi inviati, perché la chat è gratuita e permette all’utente di muoversi con una certa libertà e di fare conoscenza con l’altra persona.

In altri casi però, che neanche l’operatore del video riesce ad elencare perché i siti o le app da cui arrivano i messaggi dei single speranzosi di conoscere l’anima gemella sono criptati, per ciascun messaggio si può arrivare a pagare dagli 1,30 agli 1,50 euro.

Una cifra in apparenza piccola, con la quale bene o male ci si compra un caffè, ma provate a moltiplicarla per le centinaia di messaggi che ogni operatore riceve sul suo computer al centro di smistamento…solo a ben pensarci è sufficiente per farsi venire un capogiro.

Ma la questione economica è solo la parte meno “grave” di questo business: difatti, chattando con gli avatar fittizi che i single credono persone vere, possono arrivare a svelare delle informazioni molto sensibili su di sé, come gusti, famiglia, desideri e sogni, informazioni che poi vengono utilizzate per inviare (nel migliore dei casi) offerte commerciali o (nel peggiore) archiviate per poter essere utilizzate in un’altra occasione.

Le Iene: il business dei siti di incontri online di Matteo Viviani VIDEO

loading...

LASCIA UN COMMENTO