Marco Carta assolto dal furto a La Rinascente

0

Marco Carta è stato assolto per il furto alla Rinascente. Il cantante racconta di aver avuto ripercussioni sulla sua salute mentale e fisica, ma cosa è successo davvero quel giorno? E perché è stato incolpato ingiustamente? Ecco tutte le ultime news sul caso Marco Carta!

La vicenda la ricordiamo tutti.

Marco Carta è il classico bravo ragazzo ma, di punto in bianco, viene schiaffato su tutti i giornali per un presunto furto di sei magliette presso il negozio La Rinascente di Milano per un valore totale di 1.200 euro.

E così che per tutti diventa un delinquente, nonostante lui continui a negare il suo coinvolgimento nei fatti.

Fino a qualche ora fa, quando il giudice lo ha assolto. Ma cerchiamo di capire cosa è successo veramente quel giorno.

Marco Carta: cos’è successo veramente il giorno del furto?

Il fatto risale al 31 maggio 2019. In una recente intervista, rilasciata a Il Corriere della Sera, Marco Carta ha raccontato che quel giorno stava facendo del normale shopping presso La Rinascente di Milano, mentre gli amici e il fidanzato lo stavano aspettando a casa.

Ad un tratto, però, si è ritrovato catapultato in un incubo.

Non si era minimamente accorto che l’amica Fabiana Muscas stava rubando della merce dal negozio, altrimenti avrebbe impedito che ciò accadesse.

Quando le guardie lo hanno fermato, all’inizio ha pensato di trovarsi su “Scherzi a Parte”, tanto era assurda la faccenda. 

L’arresto, il momento più drammatico per Marco Carta

Dopo che l’ex concorrente di “Amici” e Fabiana Muscas sono stati fermati all’uscita del negozio da un addetto alla sorveglianza, nella borsa di lei sono state trovate sei magliette per un valore complessivo di 1.200 euro oltre ad un cacciavite.

Immediata la telefonata ai vigili urbani, che sono subito accorsi sul posto.

Marco Carta e Fabiana Muscas sono stati arrestati, poi entrambi sono stati mandati ai domiciliari fino all’esito dell’udienza di convalida.

La convalida è arrivata poi solo per la donna, mentre il cantante è stato prosciolto da ogni accusa.

Marco Carta insultato dal web

Marco Carta è stato trattenuto per più di due ore per dare spiegazioni sul fatto avvenuto.

E come se questa situazione non fosse già stressante di suo, a renderla ancora più pesante sono stati i cosiddetti leoni da tastiera, che hanno colto la palla al balzo per insultarlo.

Mescolando molte volte aggettivi omofobi pesanti alla parola “ladro”. 

L’esito della sentenza e la reazione del cantante

Il cantante è stato assolto in primo grado il 31 ottobre 2019, ma è solo di poche ore fa la notizia che la Corte d’Appello ha confermato la sentenza di un anno fa, nonostante il ricorso del pm Nicola Rossato.

L’ex concorrente di “Amici “ha affermato di aver vissuto questa esperienza come un forte trauma.

Non solo per gli insulti ricevuti in rete, ma anche per l’immensa preoccupazione per la tanto amata nonna Elsa che, purtroppo, nel frattempo è morta prima sapere il verdetto finale.

Siete dispiaciuti per quello che è accaduto a Marco Carta? Fatecelo sapere nei commenti!

loading...

LASCIA UN COMMENTO