Gigi Proietti è morto. Addio ad un pezzo del teatro italiano-IN AGGIORNAMENTO

0

È morto nelle ultime ore Gigi Proietti a Roma. L’attore era ricoverato da giorni in una clinica privata a causa di problemi cardiaci. Avrebbe compiuto oggi 80 anni. Tutta l’Italia piange la sua scomparsa.

Gigi Proietti è morto nelle ultime ore a Roma, in una clinica privata.

L’attore era ricoverato già da due settimane nella struttura a causa di problemi cardiaci.

Nonostante le cure dei medici, però, le sue condizioni di salute si sono aggravate in modo irrecuperabile nella giornata di ieri.

Al suo fianco, la moglie Sagitta Alter e le figlie Carlotta e Susanna.

Chi era Gigi Proietti

Gigi Proietti, all’anagrafe Luigi Proietti è stato tante cose: comico, attore, cabarettista, mattatore, conduttore, doppiatore.

Ma anche regista, cantante e insegnante.

È stato una delle poche personalità che hanno solcato i palcoscenici italiani ad essere riuscito a distinguersi per il suo essere artista a 360 gradi

I suoi progetti

Tra i suoi progetti c’era quello di riportare Molière a teatro.

In una recente intervista, che aveva rilasciato nei mesi scorsi a Il Corriere della Sera, aveva annunciato di avere l’intenzione di ricreare una compagnia di giovani attori con cui mettere in scena “L’Opera del mendicante” di John Gay.

Gigi Proietti: la sua opinione sul Covid

Quando lui fece l’intervista, la pandemia era appena scoppiata e raggiungeva punti di gravissima drammaticità.

Fu così che Gigi Proietti disse:

Invece di litiga’ dobbiamo ragiona’. Le polemiche tra i politici sono assolutamente dannose. Io amo la politica, ma questa non è politica”.

Il rapporto con il padre

In quell’occasione, Gigi ebbe modo di parlare del rapporto con suo padre.

Raccontò che lui era un uomo che preferiva spiegare le cose dando un esempio, piuttosto che facendo solo la morale.

Aggiunse poi che fu proprio dall’esempio di suo padre che lui cercò di imparare il ruolo di padre.

Un ruolo estremamente difficile, in cui sembra di sbagliare sempre in ogni piccola cosa.

E terminò dicendo che lui, a quasi 80 anni, non si diceva assolutamente certo di aver compiuto un buon lavoro con Carlotta e Susanna.

Gli 80 anni di Gigi Proietti: un compleanno pieno di dolore

Compleanno di dolore quello di quest’anno.

Qualche settimana fa a La Repubblica Gigi Proietti aveva dichiarato di non voler aspettare il giorno del compleanno per fare i bilanci:

“Sono abituato a farli tutti i giorni, quando arrivano gli appuntamenti importanti li ho esauriti. Sa cosa rispondeva Anna Proclemer a chi le chiedeva: ‘Cosa serve per fare l’attore?’. ‘La salute’. È fondamentale, e deve funzionare la testa”.

AGGIORNAMENTI: i funerali di Gigi Proietti, secondo le ultime informazioni arrivate dai media, saranno pubblici e si svolgeranno nella Chiesa di Piazza del Popolo giovedì 5 novembre 2020.

Quel giorno sarà proclamato a Roma anche il lutto cittadino.

L’ingresso sarà contingentato come da normative Covid-19.

La conferma deve ancora arrivare, ma probabilmente, come già accaduto con Fabrizio Frizzi, le esequie saranno trasmesse in diretta nazionale su Rai Uno per permettere a tutti di salutare quello che è già stato definito “Uno degli ultimi grandi mattatori del teatro italiano, se non l’ultimo.”

loading...

LASCIA UN COMMENTO